Ultime notizie

Farsi i cxxxi nostri è questione di cultura??
"Domenica 15 aprile 2018, stazione Leopolda di Pisa, mostra organizzata dal club locale, verso le ore 17, sono lì per riprendere il materiale da me esposto, un multiplo di Suiseki.

Un signore ( successivamente individuato come " facente parte del club ALBA"), allunga una mano e prende una delle pietre in esposizione......
NON L'HO RINGRAZIO, nemmeno un po’, anzi, mi sono davvero alterato ( volevo scrivere "incazzato", ma non si può).
Abbadia Isola, domenica 27 maggio 2018, mostra organizzata....ecc...ecc...,
ritiro materiale esposto, alzo la pianta e trovo il tavolino rigato, qualcuno aveva ripetutamente ruotato il vaso senza alzarlo.
Sul momento non ho voluto rompere le scatole a Fausto, me ne sono andato piuttosto alterato.
Il giorno dopo decido di farglielo sapere, gli scrivo, mi risponde scusandosi (di una cosa della quale non aveva assssssssssolutante nessuna colpa), si è perfino offerto di ripagarmi il danno, inoltre mi ha detto che in passato è successo anche a lui.....
Un po’ incredulo, decido di chiamare Raul per capire cosa potevamo fare per cercare di evitare questo problema.
Anche lui mi conferma che episodi simili succedono molto spesso.
Ho capito che quello ad essere fuori dal mondo reale ero io
Ho fatto alcune riflessioni:
- Quando si porta la nostra "roba" alle manifestazioni, sappiamo che si corrono dei rischi
- Capisco un bambino irrequieto che sfugge al controllo
- Capisco che quando si manovra la NOSTRA roba...può succedere........ci stà...ma in fondo la colpa è NOSTRA...
- Ma toccare, manovrare, girare, materiale non di nostra proprietà, non lo accetto, non lo concepisco, mi fa davvero molta rabbia.
Anche perché:
- Non lo fa un visitatore occasionale, ma SEMPRE un appassionato, quindi
- Sa benissimo che una pietra può scivolare di mano e rompersi irreparabilmente per sempre ( ovviamente in modo involontario.... ci mancherebbe....)
- Spostando un ramo si possono causare danni
- Girando pietre o vasi sul tavolo di supporto si può sciupare la verniciatura...testa a pera....
Quanto è più semplice chiedere al proprietario...., anche di farci vedere o spiegare.... Sarebbe anche un'occasione di scambio di opinioni quindi di esperienze.
So benissimo che ci sono altissime possibilità che questo mio sfogo rimarrà nel vuoto, ma vorrei invitate TUTTI i club ad educare i loro soci ad un rispetto TOTALE nei confronti del materiale altrui, sempre, durante le mostre ma anche nel club durante i laboratori.
È successo a Firenze: un socio con il Mestro di turno, decidono di tagliare un ramo, quello di destra, il maestro cambia allievo ed il socio va alla ricerca di un seghetto, dopo che lo ha trovato, torna alla pianta e taglia il ramo di destra ... Purtroppo un altro socio aveva sbirciato la pianta girandola e l' aveva lasciata nella posizione opposta ...
Concludendo, educazione e rispetto reciproco, sono sempre stati e lo saranno anche nel futuro, indispensabili per un lieto vivere..... Purtroppo ancora non ci sono.....
S.B."
XXVI MOSTRA REGIONALE del COORDINAMENTO BONSAI TOSCANO
Club Organizzante: ALBA Bonsai
Per maggiori informazioni scrivere a: bonsaialbalucca@gmail.com
Info per i club qui (effettuando prima il login)
2018-mostra_coordinamento.jpg

2018-siena1.jpg
Coordinamento Bonsai Toscana c/o Raul Castorina Via R. Bonghi,15 58100 Grosseto - Tel. 0564.20.411 - Cell.338.97.06.880